Asquini Stefano

È nato nel 1967 a Udine, si laurea in architettura a Venezia, si iscrive all’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conversatori della provincia di Udine ed opera nell’ambito della progettazione dei lavori pubblici, dell'edilizia privata, ella consulenza in materia ambientale e della qualità.

 

Da tempo si occupa di valutazione di impatto ambientale, di progetti per lo sviluppo sostenibile e di comunicazione e negoziazione ambientale.

 

Dal 1998 si interessa anche ai temi della certificazione dei sistemi di gestione ambientale (ISO 14001 ed EMAS) e della qualità (ISO 9001), conseguendo l’abilitazione come valutatore/auditor esterno dei sistemi, iscritto nei registri AICQ. È inoltre membro effettivo dell’Istituto Nazionale di Urbanistica (INU), dell’Associazione Analisti Ambientali (AAA), dell’Associazione Italiana Cultura Qualità (AICQ) e del Coordinamento Italiano di Agenda 21 locale.

 

Dal 1993 al 1999 è direttore di Ecoistituto del Friuli-Venezia e, dal 1995 al 1999, amministratore di AMGA (Azienda Municipalizzata Gas e Acqua) di Udine.

 

Nel periodo che va dal 1997 al 2000 si occupa di formazione nel settore dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile in qualità di progettista e coordinatore di corsi per conto di Enaip del Friuli Venezia Giulia.

 

Dal 2000 al 2005 conduce diverse esperienze come socio e amministratore in società di consulenza specializzate in materia di ambiente, qualità e sicurezza e nel contempo avvia l’attività professionale di architetto come progettista di opere pubbliche.

 

è fondatore e amministratore di una società di ingegneria che si occupa di architettura, urbanistica e ambiente denominata Asema Srl, con sede in Campoformido (UD).

 

Tra i suoi lavori più importanti nel campo ambientale figurano lo “Studio ambientale preliminare per la localizzazione di un terminal GNL della Snam a Monfalcone” (1995-96), il coordinamento della pubblicazione “Rapporto sullo stato dell’ambiente nel Friuli-Venezia Giulia” (1996, 1997, 1998) e, nel periodo che va dal 1993 ad oggi, è coordinatore e consulente in diversi Studi di impatto ambientale di infrastrutture ed insediamenti industriali ed anche in progetti di bonifica dei siti inquinati, oltre a svolgere attività per la certificazione ambientale di diversi enti locali e aziende di servizi pubblici operanti nella Regione Friuli Venezia Giulia.

 

Nel campo architettonico ed urbanistico, nel periodo che va dal 2001 ad oggi realizza diversi progetti di piste ciclabili, di arredo urbano e di recupero di edifici rurali per Comuni friulani (Sedegliano, Magnano in Riviera, Flaibano, Mereto di Tomba, Dignano, ecc.) ed interventi per privati. In precedenza si era occupato di studi sul paesaggio e la sua riqualificazione, studi e progetti sui parchi naturali (per i Comuni di Latisana, Codroipo, Aquileia, Terzo di Aquileia, Osoppo, San Lorenzo Isontino, Flaibano, ecc.).

 

Dal 2007 al 2012 si è occupato del nuovo piano regolatore generale del Comune di Aquileia, mentre dal 2013 si sta occupando anche della variante generale del piano regolatore del Comune di Fogliano Redipuglia.

CV_arch.Asquini_rev.40_160331.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.4 MB